Il 27 Settembre si festeggia il compleanno di Google. Sono passati ben 22 anni quando i fondatori Sergey Brin e Larry Page hanno festeggiato in un garage di Menlo Park il primo record di pagine indicizzate sul motore di ricerca.

Oggi Google non risponde solo a tre miliardi di domande da parte degli utenti di tutto il mondo ma, cambia il nostro modo di ricercare informazioni, di organizzare dati, immagini e ricordi (Gmail), di viaggiare ( Google Maps), di guardare e ricercare video (Youtube) e, infine, di acquistare (Google Shopping).

Un vero proprio colosso con un valore che si aggira intono ai 200 miliardi di euro( e pensare che Yahoo aveva rifiutato il suo acquisto nel 1997).

Alcuni aneddoti della storia di Google

Tanti sono gli elementi che hanno fatto la storia del motore di ricerca, a partire dal nome: all’inizio i fondatori optarono per “The Whatbox”, ma poi scelsero “Google” per analogia con “googol”. Questa parola sta a identificare il numero intero che si può esprimere con 1 seguito da 100 zeri, pari a 10 elevato a cento: un’idea non poi così azzardata con il senno del poi.

Il motore di ricerca ricorderà sicuramente questa importante data con uno dei suoi celebri doodle, anche essi nati nel 1998, prima ancora che la società assumesse una vera e propria ragione sociale, mentre i fondatori giocherellavano con il logo aziendale per comunicare la loro partecipazione al Burning Man. Anche se il primo doodle era relativamente semplice (un omino stilizzato nella seconda O del marchio), quell’idea diede il via all’abitudine di decorare il logo aziendale per celebrare eventi significativi. Oggi i doodle rappresentano una vasta gamma di eventi e anniversarie vengono creati da un team dedicato di illustratori ed ingegneri.

Google e le sue politiche aziendali

Negli anni Google è diventato anche  un esempio per le sue politiche aziendali. È ormai risaputo che nella sede centrale di Mountain View i dipendenti hanno accesso a palestre, campi di pallavolo, una pista da bowling e un parco dove poter praticare sport all’aperto ma, non solo. L’azienda offre tre pasti al giorno gratuiti e trasporto con bus-navetta ai propri dipendenti, senza dimenticarsi i numerosi benefit (massaggi, lezioni di musica, congedo parentale, etc). Recentemente, il colosso ha presentato un piano di rivalutazione edilizia per l’intero quartiere in cui si trova la sede centrale, concependo alloggi, bar, ristoranti, bistrot eco sostenibili.

Non ci resta che augurare lunga vita a questo gigante che è ancora destinato a crescere ed a innovare!

Vuoi sapere come indicizzare al meglio il tuo sito su Google? Richiedici un’analisi SEO gratuita!

sito web

Non sei soddisfatto del posizionamento del tuo sito?

Scrivi qui il tuo dominio per un'analisi gratuita

Leave a Reply